NINTENDO LABO: il futuro è oggi!

Crea, Gioca e Scopri, il mantra e la filosofia guida che ispira l’approccio del Nintendo Labo al mondo, uno nuovo modo di volersi relazionare con le persone mai visto prima.

Cosi Nintendo stupisce tutto il mondo videoludico con l’annuncio del suo imminente Nintendo Labo, qualcosa di mai visto, qualcosa che sarà destinato a cambiare il concetto stesso di gaming.

labo

Un prodotto innovativo che fin da subito si mostra per quello che vuole essere e per il target principale di suo maggior riferimento. Prima di proseguire sulle riflessioni di cosa potrà rappresentare, capiamo di cosa si tratti nello specifico.

Si tratta di usare la fantasia, si tratta di viaggiare insieme a “Mary Poppins” all’interno di dipinti e mondi immaginari, si tratta di scoprire il mondo di “Narnia“, si tratta di volare all’isola che non c’è alla scoperta di nuovi modi inesplorati di concepire il videogioco.
Esempi forti quelli che utilizzo ma che nella mia testa hanno subito stimolato le possibili idee e applicazioni che questo Nintendo Labo potrebbe offrire ed aprire per il futuro. In primis permette di poter abbinare l’immaginazione a qualcosa di concreto e tangibile, permettere ad un bambino che si diverte nella sua stanza a combattere con super Robot, immaginando di pilotarli guardando i cartoni animati, di poter unire questa fantasia alla realtà visiva di pilotare ed essere lui stesso davvero il suo Robot; di poter sognare di fare corse spericolate in motocicletta o di costruire il suo pianoforte per poterci suonare. Quanti bambini da piccoli disegnano su un foglio i tasti della loro tastiera immaginaria, per suonarci e nella loro mente immaginare grandi suoni e melodie. Io guardando il video di lancio del Labo ho come visto nella mia mente un film i cui alla Nintendo si sono detti perché quel disegno non lo facciamo diventare realtà, perché quei suoni non li facciamo sentire davvero, perché allora non facciamo proprio costruire il pianoforte? e da questa domanda ne sono nate tante altre, perché non lo facciamo pescare dentro camera sua? e perché non lo facciamo diventare lui stesso un robot?

labo2

Io l’ho voluta immaginare cosi la progettazione, una sorta di casa di babbo natale dove ogni anno vengono inventati e costruiti i regali per ogni bambino. Magari non sarà stato tutto cosi, ma di certo si saranno detti facciamo sognare le persone, ed apriamo la strada a un evoluzione o forse una rivoluzione del concetto stesso di videogioco, rendere il digitale qualcosa di reale e palpabile con mano.

Cominci a farti un idea?
Sono stato colorito e fantasioso in questa introduzione, ma volevo fosse un viaggio introduttivo alla scoperta dell’offerta di questo Nintendo Labo, un set composto da fogli di cartone, colori e nastri che permettono la costruzione di attrezzature ed oggetti reali, fatti letteralmente di cartoni e cartoncini, colorati e personalizzati a proprio piacimento.

Ti stai chiedendo e la rivoluzione?
In queste costruzioni si adatterà il Nintendo Switch, che trasformerà questa costruzione in un qualcosa di reale, gli darà vita, trasformerà il manubrio della motocicletta in una vera motocicletta, vi teletrasporterà con la vostra armatura robotica dentro lo schermo interagendo con lo scenario. Tante possibilità e una possibile evoluzione da qui ai prossimi anni sbalorditiva. Non parliamo di realtà virtuale, meglio, parliamo di realtà nel virtuale, una fusione di due mondi, pensata principalmente per i giovani, dai più piccoli ai più grandi! Facile da utilizzare, immediato ed immersivo!

Ancora non avete capito?
Prendete i cartoni, li assemblate costruendo la cosa che vi piace, la colorate, la personalizzate, la immaginate e poi inserendoci lo Switch, diventerà interattiva e viva, funzionale.

Una nuova era che avvicina tutti al mondo videoludico, facendogli abbandonare questo suo essere quasi qualcosa relegato a certe persone e non comprensibile, diventà un appendice dell’immaginazione. Quello che a me stupisce particolarmente è tutte le applicazioni e possibilità che potrà generare questo modo di concepire il videogioco. Oltre tutto rendendogli una funzione istruttiva e veramente formativa per i bambini, li immerge in un mondo da piccoli capace di fargli sviluppare attitudini e capacità mai pensate qualche decennio fa.

Questa è l’innovazione, andando avanti con il progresso si può fare sempre di più, perché sul presupposto della conoscenza si possono immaginare cose mai viste e ancora altre e cosi via. Pensate 100 anni fa i computer erano qualcosa di inconcepibile, poi ci sono state tante scoperte che hanno messo le persone in condizione d’immaginarne delle nuove mai viste e da questo presupposto altre ancora e via discorrendo. Questo Labo per me è figlio del progresso, fra 10 anni magari potremo avere videogiochi olografici in cui noi stessi interagiremo nel loro interno e scenario, ad esempio con armi in mano appena costruite, o enigmi da risolvere in cui dovremo costruire la soluzione al momento. Insomma, infinite possibilità scaturiranno da questa idea innovativa e d’avanguardia.

Concludendo questo Nintendo Labo è destinato ad innovare, a fare tendenza e soprattutto ad ispirare. E’ certamente la riprova che il futuro è oggi! non domani e noi non dobbiamo limitarci nei nostri sogni, un videogioco stesso può essere ispirazione e fantasia per raggiungere tutti i nostri obiettivi.

 

Come sempre ti ricordo di Commentare, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

labo1

“Viaggio nel tempo” dei Videogiochi

Cari Amici ed Amiche,

Voglio portarvi con me in un viaggio, per condividere una sensazione che da un po di tempo mi accompagna. E’ da un po che sento come un vuoto dentro me stesso, qualcosa che non riesce a colmarsi, come una “sensazione “ di mancanza. Finalmente credo di aver capito di cosa si tratti, venite con me in questo viaggio nel tempo dove vi spiegherò di cosa si tratti.

Premessa, per chi ha più o meno almeno 30 anni saprà un po di cosa parlo e gli consiglio di sedersi davanti accanto a me nella macchina del tempo, per i più giovani mettetevi dietro, godetevi il viaggio ed immaginate.

Erano gli anni 90′, i videogiochi vedevano il loro splendore con il Super Nintendo, una console epica, uscita nel 1990 rappresentava il culmine di un percorso di evoluzione che volgeva al termine. La console a 16 bit di maggior successo nella storia, la console casalinga più venduta di sempre. Qui ci fermiamo, ci torneremo tra poco, facciamo un salto in avanti di 4 anni ed arriviamo nel 1994, anno in cui viene presentata la Playstation o PSX una console a 32 bit che rivoluzionerà il mondo dei videogiochi.

In questo scenario immaginate che tante persone, proprio come me si trovavano alle prese ed estremamente soddisfatte dalla console in quel momento più di successo, il Super Nintendo. Io stesso l’ho continuato a giocare fino al 1997, anno in cui ho preso la mia Playstation. Allora torniamo indietro nel tempo e velocemente facciamo passare i miei 7 anni in compagnia del Super Nintendo, tra Mega Man X, Donkey Kong, Super Mario, Street Fighter, la lista è lunga e mi fermerò qui, comunque nel natale del 1997 ricevo la mia mitica Playstation e li viene salutato ed archiviato il mio beneamato Super Nintendo, che va ricordato come sia diventato tutt’oggi un fenomeno, amato da tutti, collezionato ed acclamato, anche riproposto di recente in una versione Mini classica.

videogiochi misto

Quindi togliendo la parentesi Nintendo, arriviamo con la “Play” al 1997, è stato il momento in cui stava crescendo moltissimo di popolarità, e su questo vi sottolineo come all’incirca il 1999 è stato l’anno dove ha fatto il boom delle vendite, avviandosi al successo planetario nell’industria dei videogiochi di cui ne è ancor oggi protagonista.

A questo punto il viaggio si sofferma, nel 1998/99 una stagione che ha rivoluzionato i videogiochi, non per la console, ma proprio per la produzione di alcuni giochi che hanno segnato la storia, sono stati l’ispirazione per le generazioni successive, e soprattutto hanno lasciato delle emozioni incredibili a chi li viveva per la prima volta, qualcosa di mai visto, mai giocato. Una rivoluzione stava cominciando e noi ne facevamo parte.

Dopo questo percorso è arrivato il momento di tornare alla mia “sensazione” iniziale, è da un po di tempo che sento come una fame che non riesce a saziarsi, una ricerca costante, di cosa?
Un videogioco che mi faccia sentire come quando giocavo quei fantastici titoli, che mi faccia sognare e provare grandi emozioni. Vi chiederete perché ci siamo fermati in questo periodo, perché era un periodo incredibilmente emozionante, uscivano giochi mai visti prima, ognuno con caratteristiche innovative o raccontati in modi mai visti e giocati. Qualche esempio?

Metal Gear Solid, Resident Evil 2 e 3, Final Fantasy VIII, MediEvil, FIFA 98, Silent Hill, la lista è lunga, sono giochi come già detto, che inventavano e proponevano cose uniche. Ovviamente dal 98 ad oggi sono passati 20 anni e ci sono stati tanti altri giochi di grande successo, che mi hanno saputo prendere ed appassionare, nonostante ciò quando cerco di visualizzare questa “sensazione” infondo arrivo sempre a questi ricordi.

Quindi sono alla ricerca di qualcosa che sappia trasferirmi questa magia, queste emozioni, qualcosa che mi conquisti e mi faccia rimanere a bocca aperta ancora una volta, insomma “Videogiochi” speciali ed epici. Mi auguro che possa succedere non una ma tante altre volte, che tutti i videogiocatori del mondo, di tutte le età possano stupirsi e divertirsi sempre di più.

Spero di avervi intrattenuto con questo viaggio simbolico, in una storia che parla di sogni ed emozioni, in breve di “Passioni”, che possa alimentarne le vostre ancora, ancora ed ancora.

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

videogame

 

Alla grande per il Nintendo Switch

Record per Nintendo Switch. Mentre i possessori delle due maggiori console delle case Sony e Microsoft spesso si concentrano solo sul darsi battaglia, Nintendo aumenta i numeri!

Attraverso un comunicato stampa ci fa sapere, che Switch ha battuto nell’arco di 10 mesi il recod di vendite in Italia precedentemente stabilito dalla Wii e conquistato il record di console casalinga venduta più velocemente Nintendo. Visto che quest’ultima aveva raggiunto bei numeri, anche se ad oggi non sono ancora pubblicati quelli della Switch, possiamo immaginare che siano degni di nota.

Inoltre ci annunciano che nel 2018 oltre a vari titoli arriveranno il nuovo gioco di Yoshi e Kirby Star Allies. Per gli appassionati non resta che sperare anche in nuove sorprese non ancora annunciate.

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

switch logo