Come lo immaginate il prossimo film DC su Lobo?

I fan dei fumetti sono rimasti scioccati dalla notizia che un film su Lobo fosse in fase di sviluppo alla Warner Bros, portando il cacciatore di taglie spaziali di DC sul grande schermo.

Jason Fuchs, già noto per la collaborazione alla sceneggiatura di Wonder Woman, è stato indicato come il responsabile della sceneggiatura per Lobo e possiamo fare una breve panoramica sulla sua visione del personaggio.

In delle recenti interviste cosi Fuchs parla del progetto:

“Penso che quando si lavori su personaggi dei fumetti, specialmente quando sono cari e vicini al proprio cuore come Wonder Woman e Lobo, si fa il possibile per creare qualcosa che sia fedele a quella che è la loro essenza ed originalità”

“Penso che Wonder Woman catturi davvero la sensazione, non solo dei fumetti originali di Moulton Marston, ma quelli di George Perez alla fine degli anni 80. Sembra di leggere quei fumetti sul grande schermo”.

“Quindi, per qualcosa come Lobo, senza dire troppo, si sentirà, immagino, qualcosa di diverso, semplicemente perchè Lobo è diverso. Quello che Keith Giffen e Alan Grant hanno messo insieme è stato qualcosa di veramente unico, e speriamo che cattureremo un po ‘di quello stesso spirito quando realizzeremo il film “.

Non dovrebbe essere una sorpresa per i fan la scelta di Fuchs nel canalizzare le opere di Giffen, Grant e Simon Bisley nel fumetto. Sebbene Grant abbia gestito il lancio del titolo solista del personaggio nel ’93, la miniserie originale Lobo: The Last Czarnian è stata una delle storie più belle del personaggio.

L’arte di Bisley era il modo perfetto per rappresentare il personaggio, come il suo uso irriverente dei dettagli di fondo aggiunti al caos esplosivo che riempiva ogni layout.
Mentre alcuni fan potrebbero gemere al pensiero di Michael Bay che dirige il film, per i più critici uno sguardo a quel vecchio fumetto potrebbe far cambiare idea anche nei più ostici. Ricordando come questo sia il regista di Pain & Gain e Bad Boys, capace di film d’azione divertenti e commoventi.

L’unico problema a questo punto sembra sia il budget, che a una prima occhiata della sceneggiatura di Fuchs, sarebbe stimato sui 200 milioni di dollari per la produzione, una cifra a cui sia Warner Bros, che Michael Bay, non sembrano propensi a volersi avvicinare.

Ora non rimane che sperare nelle capacità di Fuchs nel ridurre questo potenziale costo.

 

Come sempre ti ricordo di Commentare, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

lobo

Fonte: comicbook

Annunci

Joaquin Phoenix il prossimo Joker nel film stand-alone?

Come saprete, la Warner Bros. Pictures oltre a cercare di sviluppare un DC Films Universe contrapposto a quello Marvel, si sta anche direzionando sullo sviluppo di pellicole stand-alone, cioè scollegate dalla continuità dell’universo cinematografico principale ed indipendenti; cosi che ci possano essere mostrate delle storie indipendenti e in alcuni casi alternative. Questo va sottolineato come sia un elemento specifico proprio della DC. L’universo fumettistico è intrecciato di passati, presenti e futuri alternativi per molti personaggi da soli e collegati ad altri.

Premesso tutto ciò, ad oggi sappiamo che è prevista una pellicola totalmente stand-alone dedicata al personaggio del Joker, ed ora secondo The Wrap, chi potrebbe dare il volto al più tragicomico criminale dei fumetti della DC Comics è Joaquin Phoenix(Il Gladiatore, Signs)

The Wrap svela che Joaquin Phoenix sarebbe la prima scelta per interpretare il personaggio sul grande schermo in questo nuovo film. Non c’è ancora nulla di definito, ma ci sarebbero stati diversi incontri tra l’attore e il regista Todd Phillips.
L’altra scelta del regista sarebbe stata quella di Leonardo DiCaprio, che sembra per sua scelta non voglia interpretare la parte del Joker al cinema.

Todd Phillips, oltre a dirigere il film lo produrrà e si sta anche occupando della sceneggiatura insieme a Scott Silver. Tra i produttori comparirà anche Martin Scorsese, e forse proprio da lui potrebbe essere partito il suggerimento per DiCaprio; comunque sembra che Il film prenderà ispirazione proprio dai classici di Scorsese, tra i quali Taxi Driverper raccontare “una storia hard-boiled ambientata nella Gotham City dei primi anni ’80”.

Come sempre ti ricordo di Commentare, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

joaquinphoenix

Fonte: thewrap.com

Joker: versioni cinematografiche a confronto

Il clown più famoso della storia del cinema, uno dei “villain”(antieroi o supercriminali) più popolari al mondo, nonché l’antagonista fumettistico con il maggior numero di interpreti sul grande schermo; senza dubbio tutti questi elementi fanno del Joker uno dei personaggi di fantasia più popolari del nostro tempo. Ispirati alla sua figura, un misto fascinoso di follia, genio, odio e amore; si sono generati numerosi fandom. Prima di addentrarci nell’argomento però, bisogna fare una piccola precisazione di questo articolo: non si tratta di un PARAGONE tra i vari Joker cinematografici, in cui si vuol stabilire chi sia “il migliore” o “il peggiore”, ma un CONFRONTO in cui andremo ad analizzare le varie versioni del personaggio contestualizzandole nei suoi film/franchise d’appartenenza e vedendo poi, nel loro insieme, che introspezione complessiva ci hanno fornito. Se vogliamo, anche una sorta di tributo a questa figura estremamente attrattiva.
Detto ciò iniziamo dal primo dei nostri tre Joker apparsi sul grande schermo.

JACK NICHOLSON
Partiamo dall’opera in cui si contestualizza il nostro Joker. “Batman” film del 1989, diretto da Tim Burton, con Micheal Keaton nei panni del celebre eroe fumettistico e Jack Nicholson nel ruolo dell’ antagonista. Nel pieno stile di Burton ci si presenta questa Gotham permeata di un’aria oscura ed accompagnata da una tetra colonna sonora di Danny Elfman, in cui la criminalità ha una vasta area d’influenza, spesso però messa in difficoltà da Batman. In questo ambiente troviamo Jack Napier, il quale durante uno scontro con il cavaliere oscuro finirà vittima di un incidente, che lo porterà alla trasformazione in Joker. Questa è l’unica delle tre versioni cinematografiche che andremo ad analizzare, in cui vi è la genesi del super-criminale, nelle altre due invece la sua origine è avvolta nel mistero e molto probabilmente così resterà. Ma come si presenta questo villian di Burton? Viene presentato nel più classico dei modi, con uno stile semplice da capire, simile ai fumetti, divenendo cosi una versione adatta a qualsiasi età. Si può tranquillamente capire il perché di questa sua linearità, poiché questo film segnava l’avvio del franchise di Batman, voleva e doveva farsi conoscere sul grande schermo, quindi era giusto che cercasse il più vasto pubblico possibile, che a differenza delle altre due interpretazioni cinematografiche, hanno puntato più su una figura complessa psicologicamente e strutturata per un target definito di pubblico. Tutto questo sminuisce il lavoro fatto su questo personaggio? assolutamente no, anzi riuscire nell’impresa di creare e soprattutto presentare un nemico adatto a qualsiasi età è un successo di tutto rispetto. Certo è che con un attore del calibro di Nicholson (molto avvezzo nel ruolo del “folle”) questo Joker non poteva deludere, impersonando perfettamente il ruolo del criminale in cerca di potere, vendetta contro chi l’ha tradito e soprattutto divertimento. Una versione “classica” del clown, che avrà sempre il merito di aver contribuito a far appassionare sempre più pubblico a questo mondo cinematografico e alla leggenda del Joker.
Come diceva Jack Napier “devi pensare al futuro” e questo film sicuramente ci è riuscito creando qualcosa di immortale nel suo genere.

HEATH LEDGER
Questa versione è sicuramente quella più amata dai fan del personaggio, aiutata in gran parte dalla sua modernità e figlia di un cinema più consapevole ed istruito; senza dubbio emerge con la sua efficace scrittura della personalità e l’interpretazione “maniacale” di Ledger, per questo personaggio che gli valse un Premio Oscar postumo. “Il cavaliere oscuro” film del 2008, scritto e diretto da Christopher Nolan è da molti considerato come il miglior cinecomic mai fatto, specialmente per la trama e le varie interpretazioni dei personaggi, le quali (oltre a Batman e Joker) ci presentano dei fantastici Harvey Dent, James Gordon e Alfred Pennyworth. Un elemento molto importante per capire bene il personaggio sviluppato da Ledger, è il contesto di Gotham a cui Nolan si è profondamente dedicato, dedicando molto spazio nel film alla rappresentazione dei molteplici punti di vista e strati sociali  che compongono la città. Le forze dell’ordine, i vigilantes ed i criminali che animano questa Gotham, ci forniscono un quadro completo e specialmente “reale” dello scenario, distaccandosi molto dagli ambienti fumettistici delle precedenti versioni di Burton e Schumacher ed in questo contesto “vero”, male e bene si mescolano non permettendo più una loro netta distinzione, citando il critico di Rolling Stones, Peter Travers: «dove il Bene e il Male, piuttosto che combattersi, danzano». Joker in questo film è un personaggio completamente misterioso, di cui non si sa nulla e lui stesso alle volte è amplificatore del suo mistero, dando ad esempio diverse versioni sulle origini delle sue cicatrici; una mente geniale con un piano che mette costantemente in difficoltà Batman e per tutto il film questo trasforma il loro duello quasi come fosse una partita a scacchi, uno scontro di menti, in cui ognuno prova ad anticipare le mosse dell’altro. A differenza del precedente Joker, qui si punta ad un film per una fascia di età maggiormente adulta o comunque più allenata ad un cinema duro, a riprova di questo per la sua proiezione ci sono stati divieti per ragazzi sotto i tredici anni in alcuni paesi, che dobbiamo dire assolutamente giustificati vista la violenza di molte sequenze. Qua l’antagonista come da lui stesso affermato, mostra di essere l’esatta metà opposta al cavaliere oscuro: “io non voglio ucciderti![…]tu completi me!” dandoci quasi un senso di Yin Yang tra i due. Da una parte Joker sostiene che entrambi siano dei mostri e che Batman creda solo di essere un uomo al servizio della giustizia, dall’altra abbiamo il cavaliere oscuro intento a scoprire i suoi limiti e a ragionare sul suo ruolo in tutto questo, analisi che lo porterà ad affrontare il suo lato più “buio”.
Alla fine c’è quasi un evoluzione del Joker, che si propaga con la sua folle anarchia portando tutti nella sua dimensione “caos”, dei ragionamenti tanto folli quanto per certi versi comprensibili e condivisibili.

JARED LETO
Purtroppo in questa analisi si parte svantaggiati, per il semplice fatto della scarsa presenza di scene in cui conosciamo il nuovo Joker.
In “Suicide Squad” molto probabilmente viene introdotto il nuovo Joker che animerà il DC Films Universe. Nella pellicola in questione ha un ruolo marginale, dal ridotto contenuto di scene, che oltretutto si è andato ad aggravare per l’alto numero di scene tagliate nella versione finale, cosa di cui fu parecchio amareggiato Jared Leto, il nuovo attore interprete del pagliaccio.

Premesso tutto ciò, possiamo notare come stavolta è stato fatto un lavoro principalmente più estetico sul personaggio, si è voluto marcare fortemente il trucco, i tatuaggi e tanti altri particolari, che insieme hanno contribuito ad una resa molto più inquietante rispetto le precedenti versioni. Rispetto la prova artistica di Leto, trovandosi a confronto con le due grandi precedenti prestazioni di Nicholson e Ledger, va sottolineato come l’attore abbia studiato e si sia impegnato a fondo per interpretarlo al meglio, consultando anche medici e psichiatri. In questa nuova versione emerge un nuovo elemento del carattere del Joker, nel suo rapporto con la folle e sensuale Harley Quinn, interpretata da Margot Robbie, scopriamo il suo lato romantico quanto estremamente folle. Un rapporto in cui un amore pazzo pervade entrambi (diventando anche una moda attuale tra le coppie di cosplayer), portandoli a fare di tutto l’uno per l’altra. A parte questo però, c’è ancora poco da analizzare sul personaggio, sicuramente si può notare molto di più la direzione data verso un aspetto prettamente impulsivo e psicopatico, piuttosto che astuta e capace di avere un piano.

Come conclusione e considerazione finale su i nostri tre Joker, possiamo semplicemente dire che la follia ha vari aspetti; essa tocca corde molto profonde della psiche umana, tutti sotto sotto siamo un pò Joker, questo è un male? No, per niente. Per quanto imprevedibile e spietato, alcune sue posizioni si possono comprendere ed essere anche condivise, l’uomo è un’essere imprevedibile con tutte le sue sfaccettature. Come perfetta antitesi di Batman che è cupo e serio, Joker è colorato e scherzoso, un’ambivalenza che ci appartiene, un dualismo che fa parte di tutti gli esseri umani. Il criminale quindi diventa una parte necessaria dell’esistenza: affinché esista il bene, deve esserci il male.

Come sempre ti ricordo di Commentare, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

img_0541

 

 

 

Annunciata la data di uscita per Shazam il nuovo film della DC Films

Dopo le forti polemiche e le critiche ricevute, la DC Films non molla e la Warner Bros  ci annuncia, che la data prevista di uscita per Shazam il nuovo film a tema universo DC è prevista per il 5 Aprile 2019.

Shazam interpretato da Zachary Levi nei panni del supereroe, sarà il primo film previsto dopo Aquaman del dicembre 2018 della DC Films, mentre a dirigerlo sarà David F. Sandberg (Lights Out e Annabelle Creation).

Inizialmente il progetto prevedeva che nel film ci fosse anche Black Adam come controparte interpretata da Dwayne “The Rock” Johnson, ma poi si è deciso di optare per due film separati concentrati ognuno sul suo personaggio.

Chi è Shazam?
E’apparso per la prima volta sulle pagine di DC Comics nel 1939 con il vero nome di Captain Marvel, creato da C.C. Beck e lo scrittore Bill Parker. Shazam è l’alter ego di Billy Batson, un adolescente che può trasformarsi nell’eroe adulto con il potere di sei divinità dopo aver detto “Shazam!”

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

shazam

Fonte: comicbook

Addio al mantello per Ben Affleck? Gary Oldman suggerisce il sostituto

Gary Oldman alias il Commisario Gordon nella trilogia del Cavaliere Oscuro diretta da Christopher Nolan, con protagonista Christian Bale nei panni di Batman, di recente durante un intervista alla “7th Australian Academy Of Cinema and Television Arts International Awards”; ha detto:

” Vorrei vedere qualcuno come Joaquin Phoenix interpretare Batman se Ben Affleck decidesse di lasciare il ruolo”.

Ben Affleck è già da tempo che medita di lasciare il ruolo e Matt Reeves il nuovo regista incaricato di dirigere The Batman (nuovo film sul pipistrello), sembra punti all’attore Jake Gyllenhaal come sostituto.

Staremo a vedere sugli sviluppi, voi lo vedreste bene nel ruolo Joaquin Phoenix?

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

logo batman

Conflitto tra i fan di Justice League e la Warner

Per chi si forse perso le ultime notizie riguardo la versione home video di Justice League, facendo un rapido riassunto possiamo dire che la comunità dei fedelissimi fan sta chiedendo a gran voce, che sia rilasciata una versione Extended Cut con tutte le scene tagliate. Identico lavoro già fatto per Batman vs Superman Down of Justice, dove nella versione Extended in dvd sono stati aggiunti 30 minuti di film, che in un certo senso hanno dato maggior valore e senso a tutta l’opera precedentemente vista al cinema. Visto che anche Justice League è stato oggetto di grandi tagli per esigenze cinematografiche, una versione Extended potrebbe secondo i fan rendere giustizia a tutto il progetto e far vedere il film secondo quella che era la giusta visione del regista Zack Snyder.

A quanto pare la Warner Bros non ha intenzione di dare luce a questa versione e questo atteggiamento sta scatenando molte polemiche, fino ad arrivare all’organizzazione di una pacifica manifestazione, che un movimento di fan sta organizzando difronte la sede centrale della Warner.

In tutto questo scenario recentemente è comparsa su Amazon Germania una possibile versione con 15 minuti aggiuntivi di film, che potrebbe essere un contentino per i fan, perché i più attenti non credono che 15 minuti siano sufficienti per inserire tutto il ilavoro mancante.

Che dire ogni film DC si trova sempre sotto un fuoco incrociato tra critica, pubblico profano e fan intenditori, il dibattito è assicurato.

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

Cinevideogiochi
”Scatena le tue Passioni”

9A7C60DB-09E6-4613-83F0-ECF18AEA0DDE

Universi Cinematografici a confronto MARVEL e DC

One universe begins with one movie…

Ormai sono passati quasi 10 anni dall’uscita di “Iron Man” nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, arrivato inizialmente in punta di piedi oggi con il senno di poi, possiamo dire che dopo le sue 2 ore di visione, all’epoca ci portò ad una scena che probabilmente nessuno si sarebbe mai aspettato, Nick Fury direttore dello S.H.I.E.L.D. che proponeva a Tony Stark l’iniziativa dei “Vendicatori”, dando il via a qualcosa di unico nella storia del cinema.
Un progetto titanico per cui molti inizialmente hanno avuto dubbi sulla sua riuscita e di cui oggi siamo in procinto di assistere al suo culmine: “Avengers Infinity War parte uno” in uscita nel 2018, Il film più costoso della storia (500milioni di dollari circa) e con un cast praticamente “infinito”, che mette i brividi solamente a pensarci. I fratelli Russo (registi del film) hanno sulle spalle un onere terribile, tutt’altro che facile, fare un buon film ed io spero con tutto me stesso ci siano riusciti.

marvel e dc
Il Marvel Cinematic Universe ormai è entrato nella vita di ognuno di noi, dopo essere approdato negli schermi delle sale cinematografiche, è entrato nelle nostre case con serie televisive come “Agents of S.H.I.E.L.D.” oppure piattaforme streaming tra le più gettonate, ad esempio Netflix, con “Iron Fist”,”Daredevil” e molte altre serie esclusive. Fino all’espansione di massa del merchandising tra videogame, action figure e gadget che lo hanno reso un marchio globale. Un franchise, considerato da molti come uno dei più grandi successi commerciali di sempre e a giusta ragione se si pensa al fatto che nella classifica dei film con maggiori incassi della storia, tra i primi 15 posti ci sono 4 film del Marvel Movie Universe. Dopo tutto ciò e la diffusione del concetto di universo collegato cinematografico, sarà stata un caso l’uscita nel 2013 di “Men of Steel”?, ennesima versione di Superman ma con toni e dinamismo molto simili alla narrazione Marvel, ovviamente la risposta è che anche la DC ha capito l’importanza di creare un universo cinematografico collegato. Però non per forza un’idea ripresa deve essere qualcosa che va visto negativamente, l’idea della Marvel giustamente può essere riutilizzata facendo anche lavori migliori.
Ricordiamoci che mentre usciva “Iron Man”, la DC era impegnata con la “trilogia del cavaliere oscuro” diretta da Christopher Nolan, la quale stava portando un ottimo successo alla casa di produzione, soprattutto per la qualità tecnica dei film in tutti i loro aspetti. Purtroppo soli 3 film non rappresentavano un progetto di lunga durata, la Marvel invece nello stesso periodo stava iniziando a spremere la sua gallina dalle uova d’oro e mentre finiva il periodo del pipistrello di Gotham, la Marvel impostava per prima il suo futuro cinematografico collegato. Cosi la DC trovandosi a dover controbattere alla Marvel già in vantaggio di tempo nel 2013 (un anno dopo “The Avengers”) lancia “Man of Steel”, dando il via all’ universo cinematografico DC Extended Universe e giocosamente citandovi un personaggio di un altra famosa saga inizia il loro percorso, Re Theoden: “e così ha inizio”.
Purtroppo però quella che doveva essere una competizione aperta tra le due case di produzione sembra sia già finita, “Justice League” a quanto pare non ha raggiunto gli incassi sperati e forse (un grande forse), la DC ripiegherà con altri reboot.
Viene da chiedersi il perché di questo “fallimento”, la risposta purtroppo è molto semplice: il tempo. La Marvel ha iniziato questa operazione per prima, quindi aveva tutto l’agio possibile per arrivare a “The Avengers” con ben 5 film di introduzione ai personaggi supereroi. La DC invece ha voluto sbrigarsi a rivaleggiare in fretta e furia, facendo uscire dopo “Men of Steel” subito “Batman v Superman: dawn of justice”, film con un buon successo commerciale ma distrutto da pubblico e critica, a parer mio perché troppi elementi sono stati concentrati tutti insieme; tra Lex Luthor, Batman, Wonder Woman, Doomsday, e altri, non c’è stato modo di farci conoscere meglio i retroscena. Essendo molto difficile gestire tutto questo materiale ci si doveva aspettare una forte critica, infatti soprattutto per questo motivo è iniziata la sfiducia dei fan per questo universo.
Sarebbe avvenuto sicuramente lo stesso con i ruoli invertiti; io credo che la DC avrebbe dovuto puntare a qualcosa di più che arrivare semplicemente alla lega della giustizia riunita il prima possibile.
L’ obiettivo del Marvel Cinematic Universe ora è fare bei film di intrattenimento espandendo il suo universo, ed ora con l’acquisto della Fox da parte della Disney, il numero di supereroi aumenterà notevolmente, basta pensare agli x-men e ai fantastici 4. La sensazione è che Il DC Extended Universe abbia voluto solo rivaleggiare con il concorrente e arrivare il più velocemente possibile al “film spettacolare con molti supereroi”, invece avrebbe dovuto provare altre strade, cercare una novità, oppure semplicemente fare dei film fatti bene sui singoli supereroi che ci spiegassero il loro contesto per poterli apprezzare meglio nel loro complesso. Comunque mi auguro che la DC non si abbatta e continui a riprovare migliorando, anche se in questi casi raramente le case di produzione agiscono in questo modo se non vedono un guadagno assicurato.
Concludo con l’augurio e speranza, da Fan quale sono, che entrambi gli universi continuino a crescere e a farci sognare, dai più piccoli ai più grandi, perché i supereroi faranno sempre parte della nostra vita, nel bene e nel male, incarnando i nostri sogni e le nostre speranze.

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

marvel e dc 2

DC FILMS Cambio di rotta al vertice

Vista la recente delusione critica e commerciale di Justice League la Warner ha deciso di fare dei cambiamenti al vertice, nominando Walter Hamada come nuovo supervisore visto il recente successo con le ultime due produzioni Warner Annabelle 2 e IT.
Mentre Geoff Johns rimarrà comunque presidente e capo creativo di DC Entertainement.

Nel prossimo film previsto Aquaman ci sarà da ben sperare visto che c’è gia stata collaborazione di successo tra Hamada ed il regista incaricato James Wan.

Di seguito vi riporto il comunicato di Toby Emmerich, presidente Warner, riguardo la nomina di Hamada: “Walter è una persona creativa, piena di risorse e dedita all’eccellenza e porterà tutte queste qualità nella sua supervisione dei nostri cinecomic. È un produttore esecutivo incredibile e ha lavorato bene con due degli ultimi successi della stagione estiva: Annabelle 2 e IT. Sono sicuro che Geoff e Walter riusciranno a coordinare gli sforzi per ottenere dei film dall’incredibile successo di pubblico e contemporaneamente accontentare tutti i fan della DC. Non vediamo l’ora di iniziare questa collaborazione”.

 

Come sempre ti ricordo di lasciare un Commento, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

dc eroi laterale