Skip to content

DISCUTIAMONE: soldi, contributi e fan, dove andremo a finire?

Condividi

passioni
Ciao a tutti, come avrete notato c’è stata un po d’inattività in quest’ultimo mese, bhè come chi ci segue da più tempo saprà, siamo una realtà piccola e fan made, che non ha mai chiesto e mai chiederà soldi sotto forma di contributo o altro, quindi in base alle risorse siamo più o meno presenti.

A proposito; quello del chiedere soldi è un qualcosa che non concepisco, nel senso, è vero che per vivere ci vogliono soldi, è vero che le piattaforme d’informazione o intrattenimento a tema videogiochi, cinema o altro sono fatte da persone che devono guadagnare; ma è pur vero che l’industria del settore è disposta a pagare per sponsor e pubblicità. Chi ha voglia di nascere in questo settore, se proprio vuole guadagnare, non dovrebbe chiedere soldi a chi li segue, perché chi li segue è il motore che gli permette di esistere. Se tu esisti grazie a me, perché devo pagarti per farti esistere?
Secondo me si dovrebbe pensare a fare bene, parlare con la gente, divertirsi e semmai farsi notare dall’industria, che guadagna da tutto ciò e che semmai sarà lei a foraggiarmi.

Noi che siamo il popolo, perché CineVideogiochi nasce per questo, essere una voce in mezzo a tutti noi; dovremmo ricordarci che il settore e l’industria esistono perché noi spendiamo e compriamo. Dovremmo riappropriarci della nostra importanza.
Ma non è solo una questione di pagare chi vuole provare a guadagnare da tutto questo, il fenomeno si allarga e si rispecchia nel modo con cui ormai le case produttrici ci gestiscono, con pacchetti a pagamento, pay to win, skin estetiche e giochi incompleti che necessitano di DLC a pagamento per completarsi.

L’industria è più concentrata su come spillarci soldi, che fare buoni videogiochi. 20 anni fa, si preoccupavano di fare buoni giochi per incentivare la gente a comprarli, far conoscere il mondo dei videogiochi, per conquistare e trovare nuove persone che lo potessero avvicinarsi al settore. Oggi tutti conoscono i videogiochi, sono nei cellulari, nei tablet, nelle console, nei pc, nelle edicole e l’elenco continua. Oggi l’industria non si preoccupa più di farsi conoscere, ma solo come di levarci più soldi.

Allora ragazzi, almeno nell’informazione o nei portali che seguiamo, facciamo caso che siano i fan i protagonisti, che non ci vengano imposte regole e censure, ma soprattutto che non ci tolgano altri soldi.

Se non arrestiamo questo sistema, dove andremo a finire? Tutto questo sistema economico, ormai incide profondamente sulla nostra libertà d’espressione, avete provato a girare su pagine o gruppi importanti di videogiochi? Poco poco parlate di qualcosa che non va a genio alla direzione e siete fuori.
Tutto questo sempre perché la gente non ha capito, che loro esistono grazie a Noi!

Con questo voglio chiudere e ringraziarvi per anche 1 solo minuto che ci dedicate. CineVideogiochi nasce per essere parte della comunità, per esprimere la passione di videogiocatori, appassionati di cinema e serie TV. Non a caso il nostro motto è “Scatena le tue Passioni”.

P.S. l’immagine sopra dovrebbe esprimere “passioni” mi piaceva, anche se può sembrare equivoca 🙂

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: