Skip to content

Nintendo Switch: vale la pena acquistarla ?

Condividi

switch

E’ passato ormai più di un anno da quando , la casa videoludica nipponica Nintendo, faceva esordire il 3 marzo 2017 la nuova console “ibrida” chiamata col nome di Nintendo Switch.

Dopo un anno quindi, non mi dilungherò sulle varie spiegazioni tecniche o su come è strutturata in diverse parti la console; ma andrò ad analizzare secondo le mie impressioni, gli aspetti che possono spingere un videogiocatore dall’essere tentato o meno di acquistare una Nintendo Switch, anziché un altra console di next-gen.

Come citato prima, la parola che ogni nintendaro ha imparato ad usare dal 3 marzo scorso, è “ibrida“.

Creata come se volesse essere una via di mezzo tra la Wii U e Nintendo Ds, la Switch esprime un grande potenziale quando utilizzata nella  Dock Station (in modalità fissa), per un maggiore divertimento con amici e parenti; ma anche per sfruttare a pieno la bellezza grafica di distese e paesaggi, presenti ad esempio in  alcune esclusive(come Mario Odissey e Zelda Botw). Le quali rendono l’avventura appagante e ricreativa sopratutto a gli occhi di chi,  come me, è cresciuto con questi 2 personaggi in versione grafica 8 bit per il Gameboy.

Il meglio di se però, Switch lo esprime quando andiamo ad aggiungere i 2 magici joy-con, che ci danno la possibilità di continuare a giocare ovunque, a tutto ciò che ci aveva rapito poco prima davanti allo schermo della Tv. Quindi possiamo giocarla comodamente distesi sul nostro letto, divano, fuori casa o meglio ancora in viaggio, anche aiutati da un buon Power Bank, che permetterà di allungare le ore di durata della nostra avventura.

La sua portabilità quindi, ha avvicinato sia parecchi gamers, che parecchie case produttrici, interessate alla possibilità di rilanciarsi attraverso questa nuova console, con giochi ricreati apposta per la sua potenzialità e portabilità. Alcuni esempi lampanti sono Doom , Skyrim , La Noire, giochi che costituiscono un livello ottimo su Ps4 o xbox One, ma che su Switch, anche con una grafica di minore levatura, hanno il loro successo proprio perché è una novità vederli e giocarli al di fuori delle mura domestiche.

Un’ ulteriore appunto a suo merito, ma questo è un vanto per tutte le console Nintendo, sono sicuramente le Esclusive. Io ad esempio, ho ceduto alla tentazione di comprarla solo per poter giocare con Mario o con Zelda e come me tanti altri giocatori di tutto il mondo l’hanno fatto. Tutto questo per trovarsi un prodotto tra le mani, che secondo me potrebbe tirare avanti, solo di esclusive ogni anno. In proposito non è nuova la notizia, che in questo 2018 usciranno a breve SuperSmash Bros, Mario Tennis Aces e forse e dico forse, il nuovo Pokemon.

La Switch ha superato le ormai 15 milioni di copie, ma è un prodotto che fa gola ancora a  tanti videogiocatori, che non l’anno acquista e mi chiedo Perché?

La prima cosa che mi viene subito in mente è il prezzo. Si insomma, la maggior parte dei clienti attende una buona offerta, che credetemi arriva molto raramente e in periodi dell’anno imprecisi; salvo che non si conosca  un buon commerciante privato che ce la fornisca. Ma se proprio vogliamo andarla a comprare in Internet o in una grande Catena di elettrodomestici, il prezzo di listino sembra essere ancora quello di 329 euro ,con rare possibilità di trovarla ultimamente a 300 euro compresa di un gioco.

switch1

Riguardo la mia esperienza ho dovuto attendere 6 mesi, prima che arrivasse un offerta che non potevo lasciare andare via e durante tutto questo periodo, ho provato molta frustrazione vedendo le console di Sony e Microsoft scendere notevolmente di prezzo (essendo ormai nel loro quinto anno di vita). Al contrario la Switch è lievitata tra i 330 e i 300 euro, che non sono molti, ma che comunque pesano non essendo un bene di prima necessità. Per i giochi invece, solito clichè di Nintendo, che non cala mai i suoi prezzi, sopratutto le esclusive sotto i 30 euro; nemmeno in digitale come al contrario fanno sul proprio store Sony e Microsoft ogni 2-3 mesi.

Altro fattore che fa distorcere il naso a molti videogiocatori, sopratutto a quelli che vengono dalle altre due console principali è la mancanza dei trofei. Sia ben chiaro, finire un gioco con tutte le varie Quest secondarie, strade nascoste appaga con o senza riconoscenza di un trofeo, ma senza un ulteriore scopo ciò a volte crea la più totale noia. Un’ esempio è trovare tutte le 999 lune in Mario Odissey, che se non si viene motivati con un trofeo finale di Platino come su Playstation, non credo serva poi a molto alle dinamiche del gioco, tranne che per un appagamento personale.  Un sistema di Achievement (catalogazione dei trofei) non è qualcosa in cui Nintendo ha dimostrato interesse negli ultimi anni, tuttavia alcuni elementi sono presenti in giochi specifici, per cui resta da vedere la strada che perseguirà la grande N con Switch .

Inoltre, è giusto sperare che per fine 2018 la Nintendo riesca a creare un menù più ricco dando la possibilità, con il prossimo store digitale Nintendo a pagamento, di un browser personale dove navigare su internet e scaricare app come Netflix, che renderebbero questo gioiellino un gradino più alto delle sue sorelle Next-gen.

Insomma, il mio parere personale è quello di consigliare a tutti questo gioiellino del mondo videoludico, in particolare modo lo consiglio sopratutto, a chi ha già una console Next-gen, cosi da poter avere la disponibilità di testare entrambe le console, con le loro diverse esclusive; senza l’inutile paragone con le console di casa Sony e Microsoft, perché differenti in tutto.

Se un neofita di questo mondo volesse avvicinarsi per la prima volta alla console nipponica, proprio perché attirato dalla sua praticità di poterla portare sempre con se, questo è il momento di acquistarla; andando così a recuperare tutte le esclusive del day one, ma anche tutte quelle che usciranno in questo ben augurante 2018.

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: