Skip to content

90° Notte degli Oscar: in sintesi

Condividi

Oggi alle 6 del mattino si è conclusa la 90esima premiazione dei Premi Oscar, quasi un secolo del riconoscimento cinematografico più famoso al mondo.
La cerimonia viene condotta per la seconda volta di fila da Jimmy Kimmel, che questa volta devo dire, non ha avuto una prestazione particolarmente eccitante, direi troppo poco stuzzicante. Il tutto è risultato abbastanza blando, non troppo noioso, ma sicuramente meno coinvolgente dello scorso anno, e senza questa volta sbagli di busta, come avvenuto lo scorso anno con il cambio tra La La Land e Moonlight. (accennato anche da Mark Hamill nella consegna di un Oscar).
Una cerimonia non esente da discorsi e tematiche razziali, dalle molestie sulle donne e in generale con forti spinte femministe, fin qui nulla di nuovo; è risaputa l’influenza politica nella premiazione, non è un mistero o un complotto, in qualunque cosa è presente un sotto testo che si riallaccia a tematiche o politiche.

I premi sono stati secondo me ben assegnati, eccetto qualcuno, in generale tutti abbastanza prevedibili e scontati, ad esempio: Cocomiglior film d’animazione, Dunkirkmiglior montaggio sonoro e miglior sonoro ed altri. Un premio che ha fatto storcere il naso a molti è stato il premio per miglior sceneggiatura non originale e miglior sceneggiatura originale, assegnati rispettivamente a Chiamami col tuo Nome e Get Out; molti speravano nella vittoria di Logan, dato che come cinecomic meritava moltissimo specie per la drammaticità della pellicola. A noi italiani però è rimasto il dolce in bocca per il premio ottenuto da Luca Guadagnino, mentre c’è stato un forte dissenso del pubblico sull’assegnazione del premio a Get Out, preferendo di gran lunga Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

In quanto ad attori c’è stata la meritata vittoria di Gary Oldman come miglior attore protagonista, nella sua interpretazione del primo ministro Winston Churchill per L’ora più buia, e per Sam Rockwell come miglior attore non protagonista  per Tre manifesti a Ebbing, Missouri.
La forma dell’acqua
colleziona i due premi più ambiti per miglior film e miglior regia, Del Toro si porta a casa una doppietta fantastica per il suo plurinominato film.

Di seguito vi portiamo la classifica dei film con più Oscar:

La forma dell’acqua – 4 su 13
Miglior film, miglior regia, miglior scenografia, miglior colonna sonora

Dunkirk – 3 su 8
Miglior sonoro, miglior montaggio sonoro, miglior montaggio

Tre manifesti a Ebbing,missouri – 2 su 7
Miglior attrice protagonista, miglior attore non protagonista

Blade Runner – 2 su 5
Miglior effetti speciali, miglior fotografia

L’ora più buia – 2 su 6
Miglior attore protagonista, miglior trucco

Coco – 2 su 2
Miglior film d’animazione, miglior canzone

Il filo nascosto
Migliori costumi

Chiamami col tuo nome
Miglior sceneggiatura non originale

Get Out
Miglior sceneggiatura originale

Una donna fantastica
Miglior film straniero

Icarus
Miglior documentario

The silent child
Miglior cortometraggio

Dear basketball
Miglior cortometraggio d’animazione

Heaven is a traffic jam on the 405
Miglior cortometraggio documentario

I, Tonya
Miglior attrice non protagonista

 

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

oscar90

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: