Skip to content

Knightfall: una serie a cui dare fiducia

Condividi

History Channel, canale famoso per i suoi contenuti storici e documentaristici, questa volta si cimenta in una serie TV basata sui Templari: “Knightfall”.

Un prodotto televisivo che, nonostante presenti le classiche trame e sotto-trame (specialmente romantiche) delle serie, offre un buon intrattenimento e una storia continuamente in evoluzione, nella quale la distinzione tra bene e male si fa sempre meno chiara.
La trama narra della ricerca del Sacro Graal, la famosa coppa da cui bevve Gesù durante l’Ultima Cena, da parte dell’ordine dei Templari ai comandi del Papa, alla quale però partecipano altre organizzazioni più misteriose che vogliono la reliquia per scopi diversi. In questa “caccia al tesoro” i colpi di scena sono all’ordine del giorno e i cliffhanger non mancano di certo tra una puntata e l’altra.

Il protagonista, un cavaliere templare di nome Landry, si trova ad affrontare un’avventura tortuosa in cui potrà riporre la sua fiducia solamente in Dio; oltre a lui, troviamo altri personaggi che rimandano al ciclo arturiano e ai Cavalieri della Tavola Rotonda (ad esempio Parsifal e Galvano). L serie nonostante provi ad adattarsi ai canoni classici dei programmi televisivi, racconta una storia avvincente in cui si trovano molte tematiche anche attuali: la difficoltà della scelta, la seduzione del potere, le problematiche di una fede, e tante altre.
A livello tecnico non c’è molto da dire, purtroppo in queste produzioni si osa poco con i tecnicismi e la sceneggiatura non offre grandi particolarità e strutture molto precise, cose che accadevano nelle prime stagioni de Il Trono di Spade per esempio. Gli unici punti che hanno un ruolo di spicco sono scenografie e costumi, molto efficaci come è giusto che sia in una ricostruzione storica; regia e montaggio sono lineari, senza caratteristiche di spicco, se non per mostrare momenti drammatici, i quali però vengono resi troppo “banali” da questi espedienti. Il lavoro del casting è molto positivo: benché si siano usati attori praticamente sconosciuti, dando così la possibilità ad emergenti di farsi conoscere, sono riusciti a fare la loro giusta figura (vista doppiata probabilmente rende meglio), e soprattutto non si cade nel “buonismo” con black-washing che snaturerebbero l’ambiente storico medievale.
La prima stagione ora si è conclusa, ma viste le molte trame lasciate aperte, si può pensare ad un possibile continuo (se ottiene il giusto successo ovviamente). Speriamo che possa continuare e magari crescere di livello, consiglio la serie agli amanti di quelle ad ambientazione storica, con molta azione e battaglie, chi ama gli intrighi di potere, gli amori proibiti ed i misteri delle religioni.

CONSIDERAZIONI FINALI: una storia avvincente scritta con semplicità
VOTO: 7- (valutazione contestualizzata a questo genere di serie televisive e al tipo di produzione)

 

Come sempre ti ricordo di Commentare, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

knightfall 1

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: