Skip to content

Voldemort: Origins of the Heir, la recensione

Condividi

L’universo di Harry Potter torna a colpirci e stimolare la nostra fantasia in questo fan film sulle origini del mago oscuro più famoso di tutti i tempi.

Il film ci trasporta in maniera più che convincente in un viaggio attraverso i ricordi di Grisha Mclaggen, uno degli eredi delle quattro famiglie originali di maghi che tutti abbiamo imparato a conoscere come i fondatori originali di Hogwarts.
In questo racconto interagiremo con delle vicende strettamente legate agli eredi delle quattro famiglie e di come queste vicende vedano emergere il mago più oscuro ed innominabile di tutti i tempi.

voldemortoriginfan made 1

Voldemort: Origins of the Heir, riesce in maniera più che convincente a trasferire pienamente la sensazione di trovarsi all’interno delle ambientazioni dell’universo di Harry Potter. Come anticipato all’inizio si tratta di un film fan made, ed in particolare di produzione esclusivamente italiana, che riesce a generare una storia più che plausibile, perfettamente inserita nel contesto che tutti noi fan della saga conosciamo.

Entrando nel dettaglio; l’opera tecnica seppur con un budget limitatissimo è di pregevole fattura, si lascia guardare benissimo, anzi si fatica quasi a credere possa essere un prodotto non ufficiale e realizzato con mezzi limitati. Gli effetti speciali in alcuni casi sembrano poter competere con produzioni di Hollywood ad altissima tiratura e costi, ed inoltre va sottolineato un lavoro eccezionale sulla fotografia e sulle ambientazioni che seppur limitate, risultano ben strutturate e gestite.

Guardando l’opera non si ha minimamente la sensazione di trovarsi difronte una produzione artigianale, anzi sembra costruita e diretta da grandi professionisti affermati.
Riguardo la recitazione gli attori riesco a fare la loro parte, rimanendo credibili nel ruolo per tutta la durata.

Ovviamente ci sono anche degli aspetti deboli, in particolare per il doppiaggio e la scelta del linguaggio, che sebbene si tratti di una produzione tutta made in Italy, si è scelto di uscire con un parlato totalmente doppiato in inglese, una scelta che immagino sia stata fatta per richiamare un pubblico internazionale e cercare di farsi notare. Certo ci sono i sottotitoli in italiano e altre lingue da poter attivare nelle impostazioni sul video che rendono il tutto facilmente capibile, però tutto ciò si rivela un discreto tallone d’Achille. In alcune scene il doppiaggio non è perfettamente sincronizzato con i movimenti labiali ed espressivi facciali, con il risultato di farci ricordare, che infondo si tratta di un opera fan made. Sicuramente per noi italiani, visto che si giocava in casa, sarebbe stato molto meglio poterlo seguire in lingua originale, e allo stesso tempo potenzialmente avrebbe potuto rendere visivamente molto meglio con i semplici sottotitoli in inglese.

Questo del doppiaggio mi sento di dire sia l’unico vero difetto, io in particolare da fan di Harry Potter, ero piuttosto scettico sulla riuscita e l’impatto di un opera del genere; è veramente una grande sfida approcciarsi ad un fan made su un universo cosi ricco e soprattutto con uno standard visivo altissimo già fissato da tutti i film ufficiali prodotti.

Questo è un grande esempio di come il cinema italiano possa distinguersi ed esprimersi, in opere che vadano oltre i canoni della comicità in cui purtroppo oggi sembriamo essere rilegati.

Una prova di coraggio e capacità che scorre talmente tanto bene e veloce, che lascia come il sapore e la voglia in bocca di un buon biscotto, quando non basta, finisce troppo presto e se ne vuole almeno un’altro in più.

Assolutamente consigliato, da correre a vederlo per tutti i fan.
Vi lascio il link diretto e ricordatevi se non vedete i sottotitoli italiani di andare nelle impostazioni video e selezionare la lingua sottotitoli.

 

Come sempre ti ricordo di Commentare, la Tua Opinione Conta!

CineVideogiochi
“Scatena le tue Passioni”

 

Annunci

3 Comments »

  1. Ho trovato la recensione perfettamente in linea con il mio pensiero, sia nei pro che nei contro – al di là dei difetti rimane un film DA VEDERE! Sostenere le piccole case di produzione, soprattutto se italiane è più che importante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: